PROMOZIONE PARITA' DI GENERE

Un Piano Nazionale contro le discriminazioni e le disuguaglianze, per promuovere l’educazione al rispetto in tutte le scuole di ogni ordine e grado: è questo il nuovo progetto del Miur. L’obiettivo è quello di attuare un programma nelle scuole per contrastare ogni forma di violenza e discriminazione, superando qualsiasi forma di pregiudizio e disuguaglianza, in accordo con l’articolo 3 della Costituzione Italiana. 

Il Piano nazionale prevede nello specifico:

  • Risorse e strumenti operativi specifici, pensati come l’avvio di un percorso che si prolungherà nel tempo per educare gli studenti di tutti gli ordini e gradi al rispetto. In particolare saranno stanziati 8,9 milioni di euro per progetti e iniziative per l’educazione al rispetto e per la formazione delle e degli insegnanti. Di questi, 900.000 euro serviranno per l’ampliamento dell’offerta formativa, 5 milioni (fondi PON) per il coinvolgimento di 200 scuole nella creazione di una rete permanente di riferimento su questi temi. Altri 3 milioni sono messi a disposizione per la formazione delle e dei docenti.
  • Emanazione di Linee guida nazionali per l’attuazione del comma 16 della legge 107 del 2015 per la promozione dell’educazione alla parità tra i sessi e la prevenzione della violenza di genere. “La legge 107 punta a rendere centrale l’educazione al rispetto e alla libertà dai pregiudizi, riconoscendo dignità a ogni persona, senza esclusioni, nell’uguaglianza di diritti e responsabilità per tutte e tutti”, ha spiegato la Ministra dell’Istruzione.
  • Emanazione di Linee di orientamento per la prevenzione e il contrasto del cyberbullismo, previste dalla legge 71 approvata in Parlamento a maggio del 2017. “La legge attribuisce a una pluralità di soggetti compiti e responsabilità ben precisi, ribadendo il ruolo centrale delle scuole, che devono individuare un docente referente per raccogliere e diffondere le buone pratiche educative “, ha dichiarato Valeria Fedeli. “Attraverso queste Linee di orientamento rendiamo operativa la legge e sosteniamo ancora di più le istituzioni scolastiche nel contrasto di questi fenomeni”.
  • Rafforzamento degli Osservatori attivi presso il Ministero sui temi dell’integrazione, dell’inclusione e per la promozione di iniziative sui temi della parità fra i sessi e della violenza contro le donne.
  • Nuovo Patto di corresponsabilità educativa per rinsaldare il rapporto fra scuola e famiglia + distribuzione della Costituzione a tutti gli studenti e studentesse.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.